> Seminario sulla M.T.C. Le tecniche complementari della Medicina Tradizionale Cinese - Il GUA SHA associato a Coppettazione e Moxibustione<

Fin dalle sue origini, la medicina cinese, considera l’essere umano come un’entità complessa, che non può essere scissa ed analizzata singolarmente nelle sue varie componenti, ma solo nella sua inscindibile globalità. Inoltre, l’uomo (microcosmo) fa parte di un sistema molto più vasto (macrocosmo), nel quale è inserito e di cui condivide le leggi. Secondo la medicina cinese «l’uomo deve sempre rispondere al “cielo” e alla “terra”», perché appartiene al macrocosmo e dal rapporto armonico con questo, dipende il suo stato di salute. La medicina cinese deriva questi aspetti dalla concezione taoista, applicata alla natura e all’uomo, che promuove il principio che la vita deve tendere a conformarsi alle leggi naturali, affinché scaturisca quell’equilibrio che è in grado di garantire lo stato di salute. Nel momento in cui viene a mancare l’armonia all’interno dell’organismo o tra l’uomo e l’ambiente esterno, subentra la malattia.

  È a questa visione unitaria dell’uomo che la medicina cinese si è ispirata fin dalle sue remote origini per «curare il malato e non la malattia». Ha rivolto il suo interesse soprattutto alla prevenzione, prendendo in esame il terreno costituzionale che, per sua natura, tende a sviluppare più facilmente alcuni tipi di patologie. La dietetica, la respirazione e le ginnastiche mediche, oltre che curare, hanno eminentemente questo scopo preventivo, mentre l’agopuntura, il massaggio e la farmacologia possono essere usati a scopo preventivo, anche se il loro utilizzo più frequente avviene in campo terapeutico  

Medicina cinese come medicina energetica

  Finora abbiamo detto che, secondo la medicina cinese, la malattia è l’esito di uno squilibrio dell’organismo che non è più in rapporto armonico con se stesso e con il cosmo che lo circonda.   La medicina cinese, già migliaia di anni fa, intuì che la malattia è provocata da uno squilibrio di carattere “energetico”, dovuto, appunto, ad un eccesso o a un difetto di assimilazione o produzione di energia o ad un’alterazione della sua distribuzione e circolazione. Una parte di questa energia, quella acquisita, viene fornita all’uomo dall’alimentazione (energia della “terra”) e dalla respirazione (energia del “cielo”), un’altra parte, l’energia congenita, viene trasmessa a tutti gli esseri umani al momento del concepimento, per questo viene anche chiamata energia ancestrale, ed attivata da una sorta di energia cosmica definita energia “sorgente”..   Ovviamente, se la produzione, la distribuzione e la gestione dell’energia che l’uomo possiede sono corrette ed armoniche, è garantito lo stato di salute, altrimenti compare la malattia.  
Il sistema dei canali o meridiani energetici
  Il complesso sistema di circolazione dell’energia attraverso i meridiani (jing luo) costituisce, insieme alle leggi dello yin e dello yang, alla teoria dei cinque movimenti ed a quella dei “tre tesori”, energia, sangue e liquidi organici, uno dei principi fondamentali della medicina cinese.a.   Con il termine cinese jing luo si intende dare l’idea di sistema di conduzione energetica, perché il termine “jing” in cinese significa ordito, filo teso ed il termine “luo” è traducibile con la parola ramificazione. Quindi jing luo vuol dire sistema di vasi e ramificazioni che servono a far circolare l’energia. Questo sistema è peculiare della medicina cinese. I meridiani, quindi, sono percorsi di energia ed anche il termine di “canali” spesso usato per definirli, non deve lasciar pensare ad un substrato anatomico.   Il percorso dei meridiani è costellato da punti: i punti di agopuntura (agopunti). Questi punti possono essere influenzati da modificazioni interne e, a loro volta, se stimolati dall’esterno, per mezzo degli aghi o pressioni, possono esercitare un’azione riflessa sugli organi e sui visceri. Il meccanismo di azione dell’agopuntura o delle pressioni si avvale della stimolazione di questi punti per ottenere un riequilibrio energetico di tutto l’organismo.   I meridiani principali sono spesso paragonati a dei “fiumi” che permettono la circolazione dell’energia (in particolare di quella nutritiva).   Testi tratti dal sito www.luciosotte.it del Dr. Lucio Sotte, Medico-Chirurgo Specialista in Anestesiologia e Rianimazione, Esperto in Agopuntura e Medicina Cinese

Copyright © A.S.D. La Via Del Loto 2017